Convegni & Formazione

Ultimo aggiornamento .

REPORT CONVEGNO "L'AMORE CHE FA MALE"

Si è svolto il 27 febbraio 2018, nello splendido Salone dei Marmi del Palazzo di Città di Salerno (sede del primo Governo dell’Italia liberata), il convegno di studi dal titolo “L’amore che fa male” organizzato dalla Sezione Territoriale di Salerno del Movimento Forense, con il patrocinio del Comune di Salerno, dell’Assessorato alle pari opportunità.

Il tema trattato, di tragica attualità e quotidianità, è quello della violenza esercitata da chi si professa “innamorato”.

La cifra dell’evento è stata quella di aver riunito allo stesso tavolo sia soggetti istituzionali sia diverse figure professionali per permettere un confronto tra tutti i soggetti che si trovano a dover intervenire di fronte ad episodi di violenza di genere.

Dopo l’apertura dei lavori fatta dalla Collega Emilia Natale, responsabile delle attività formative di MF Salerno, nella sua qualità di moderatrice dell’evento, il presidente della sezione salernitana, avv. Ciro Salmieri, ha sottolineato come Movimento Forense sia un’associazione che, in ossequio al proprio Statuto, mira non solo a garantire una formazione forense altamente qualificata per i Colleghi ma altresì si impegna ad operare al fine di garantire la centralità della persona umana e dei suoi diritti fondamentali.

L’avv. Salmieri ha evidenziato, poi, che il tema della violenza di genere deve essere trattato principalmente sul terreno dell’aspetto culturale prima che come fatto esclusivamente normativo e/o giurisprudenziale. A tal fine occorre quindi non solo garantire un’adeguata formazione ai Colleghi ed alle altre figure professionali interessate ma anche e soprattutto agire per diffondere la cultura del rispetto di genere.

Infine, l’avv. Salmieri si è fatto portavoce dei saluti dell’avv. Massimiliano Cesali, presidente nazionale del Movimento Forense, che per cause di forza maggiore si è visto impossibilitato a presenziare all’incontro di studi.

Anche l’avv. Natale, nell’introdurre le relazioni, ha parlato della necessità di creare una vera e propria “catechesi del rispetto di genere” con interventi da rivolgere, innanzitutto, alle giovani generazioni e ciò anche in considerazione che gli episodi di violenza vedono sempre più spesso coinvolti soggetti in età adolescenziale ed addirittura preadolescenziale.

In tale ottica, si segnalano gli interventi della professoressa Gaetana Falcone, assessore alle pari opportunità, e della dottoressa Maria Rita Giordano, assessore alle politiche giovanili, le quali, non solo hanno dato la loro immediata disponibilità e fattiva collaborazione all’organizzazione dell’evento ma soprattutto hanno dato prova della loro sensibilità rispetto al tema della violenza di genere, sia esponendo le varie iniziative già adottate (si pensi allo “Scrigno di Alice” progetto di prevenzione e intervento contro la violenza di genere) sia indicando la volontà di organizzare, anche con la collaborazione di Movimento Forense, degli eventi formativi specifici nelle scuole per sensibilizzare i giovani al tema del rispetto di genere.

Dopo gli interventi della dott.ssa Alessandra Pedone (presidente del Comitato Femminile di Confindustria Salerno) e della dott.ssa Angela Pisacane (presidente del Comitato provinciale per l’Imprenditoria Femminile della Camera di Commercio di Salerno), l’avv. Giuliana Cappuccio, consigliere dell’Ordine degli Avvocati di Salerno, ha confermato la vicinanza e l’attenzione dell’intero Consiglio dell’Ordine al tema del rispetto di genere. L’avv. Cappuccio ha portato agli intervenuti i saluti del Presidente del Consiglio dell’Ordine avv. Montera che, sebbene bloccato da impegni istituzionali, non ha voluto far mancare la propria costante presenza agli eventi formativi del Movimento Forense.

Particolarmente apprezzato è stato l’intervento del dott. Pasquale Errico, Questore di Salerno, che ha confermato il proprio impegno personale e quello di tutte le Forze di Polizia non solo nella repressione ma anche, nei limite delle proprie possibilità di intervento, della prevenzione degli episodi di violenza.

Sua Eccellenza il Questore, inoltre, ha illustrato agli intervenuti un report sugli episodi di violenza di genere nell’ambito del territorio salernitano. Successivamente il dott. Errico ha illustrato i diversi provvedimenti urgenti che possono essere adottati in presenza di denunce di violenza ovvero che sono finalizzati a far sì che alcuni episodi sfocino in violenza (si pensi all’ammonimento previsto dall’art. 8 del DL 11/2009).

La Collega Agata Armanetti del Foro di Imperia ha illustrato, con competenza e professionalità, le linee guida che dovrebbero guidare l’avvocato civilista che si trovi ad assistere una vittima di violenza ovvero una persona coinvolta in una separazione coniugale “difficile”.

Il Collega Ivan Nigro ha illustrato, con straordinaria chiarezza, le problematiche, sia sostanziali sia processuali, di tipo penale evidenziando anche i limiti della normativa attuale.

Successivamente, la dott.ssa Giuseppina Cucco, psicologa e giudice onorario presso il Tribunale per i minorenni di Salerno, ha deliziato l’assemblea con un bellissimo intervento sugli aspetti psicologici dell’amore.

Particolarmente apprezzato anche l’intervento del dott. Gianfranco Glielmi (dirigente di primo livello del Pronto Soccorso di Agropoli) che ha illustrato le tipologie di intervento che vengono espletati in fase di primo intervento. Il dott. Glielmi, inoltre, ha descritto anche le nuove linee guida ospedaliere per le donne vittime di violenza (pubblicate sulla Gazzetta Ufficiale del 30 gennaio 2018).

Avv. Milena Lucia Pepe - Vice Presidente MF Salerno


Commenti

Nessun commento.

Registrati per poter commentare.

© 2013 Movimento Forense - Sito sviluppato da Filippo Iovine